Visita Ginecologica: ogni quanto farla e perché!

La visita ginecologica è una visita molto importante in quanto permette di indagare lo stato di salute dell’apparato genitale femminile.

In cosa consiste la visita ginecologica?

La prima parte della visita ginecologica consiste nell'anamnesi del paziente, ovvero in un colloquio dal quale poter ricavare informazioni importanti sullo stato di salute della paziente, sulla sua storia clinica personale e familiare, sull'assunzione di farmaci particolari e su eventuali sintomatologie, se presenti.

Prima si procede ad un’ispezione generale per appurare eventuali stati infiammatori, malformazioni o lesioni. Successivamente si procederà ad un controllo interno per valutare lo stato di salute degli organi interni (utero, ovaie e vagina).

Visita Ginecologica: quando farla?

In assenza di disturbi, è  opportuno effettuare una visita dal ginecologo, a cadenza annuale.

La visita ginecologica è consigliata se compaiono problematiche come:

  • Dolore vaginale;
  • Bruciore o prurito intimo;
  • Perdite vaginali;
  • Disturbi inerenti al ciclo mestruale;
  • Dolore nella zona pelvica;
  • Perdite di sangue tra un ciclo e l’altro.

Nella visita ginecologica è possibile sottoporsi anche ad esami specifici, come ad esempio il Pap test e l’ecografia pelvica.

Il Pap-test: cos'è e a cosa serve:

Il Pap test  è un esame di screening di natura preventiva, che si effettua per individuare precocemente lesioni o alterazioni che precedono un possibile tumore del collo dell’utero.

Come riportato dall’Airc, il pap test ha contribuito a diminuire in maniera significativa la mortalità per tumore del collo dell’utero e per questo è consigliato eseguirlo con regolarità, da tutte le donne, dopo l’inizio dell’attività sessuale.

In che cosa consiste il Pap test?

Il Pap test consiste nel prelevamento, tramite una speciale spatola e un bastoncino di cotone, di piccole quantità di muco provenienti sia dal collo dell’utero che dal canale cervicale. Il tutto verrà poi analizzato ed esaminato in maniera scrupolosa.

Si può eseguire sempre il Pap test?

Il Pap test si può eseguire sempre, escluso il caso in cui siano presenti le mestruazioni. Quindi non ci sono controindicazioni per pazienti in gravidanza. È opportuno naturalmente, segnalare ogni condizione e informazione preventivamente allo specialista.

L’ecografia pelvica: che cos'è e perché è importante:

L’ecografia pelvica è un esame ecografico che permette di valutare lo stato di salute degli organi presenti nella parte inferiore dell’addome. Nella donna quindi si potrà valutare lo stato di salute di:

  • Utero
  • Vagina
  • Tube di Falloppio
  • Cervice
  • Ovaie

In che cosa consiste l’ecografia pelvica e come si svolge.

Consiste in una emissione di ultrasuoni tramite l’uso di una sonda ecografica. Viene applicato un gel trasparente nella parte addominale inferiore. Tramite la sonda, collegata ad un monitor, sarà possibile osservare le immagini ottenute grazie agli ultrasuoni. L’esame è completamente indolore.

Sottoporsi ad un’ecografia pelvica è molto importante perché si riesce a monitorare gli organi del tratto urinario, diagnosticando e monitorando eventuali situazioni di rischio.

Nelle donne in gravidanza, l’ecografia pelvica viene eseguita per monitorare la gestazione, lo stato del feto, dell’utero e della placenta.

Dai una occhiata al pacchetto di prevenzione ginecologica di Febbraio --> http://bit.ly/2SFgYqV

Share this post

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email